Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Le guide › Le prestazioni previdenziali

PENSIONE DI VECCHIAIA RETRIBUTIVA - ARTT.2 E 34 REG. PREV.


REQUISITI:
E' riconosciuta a 70 anni di età (a regime nel 2019) e con un'anzianità contributiva minima di 35 anni. Per il periodo dal 2013 al 2018 l'età pensionabile è aumentata gradualmente di sei mesi ogni anno: 


Eta anagrafica Anzianità contributiva minima
2013
67 anni 34 anni
 2014 
67 anni e 6 mesi
34 anni
2015 68 anni
35 anni
2016 68 anni e 6 mesi 35 anni
2017 69 anni 35 anni
2018 69 anni e 6 mesi 35 anni

 

Per i requisiti in vigore fino al 31.12.2012 cliccare qui.

DECORRENZA:
La decorrenza della pensione è fissata al primo giorno del mese successivo al perfezionamento di entrambi i requisiti. Ulteriore condizione per il riconoscimento del diritto è la regolarità degli anni contributivi.

CALCOLO:
Il calcolo pensionistico è reddituale (cfr. sistema di calcolo retributivo).
Per le annualità eccedenti la quarantesima, il calcolo è contributivo.


NB:
Con l'introduzione dal 1.1.2006 del principio della frazionabilità in mesi della contribuzione minima dovuta dagli iscritti, qualora l'età pensionabile sia già stata compiuta, ma debba ancora perfezionarsi il requisito contributivo minimo, è necessario attendere il completamento dell'ultimo anno solare utile ai fini dell'anzianità minima, non potendosi diversamente ritenere perfezionato il requisito iscrittivo.

SUPPLEMENTI:

I  pensionati che continuano nell'esercizio della professione percepiscono un supplemento di pensione con cadenza quadriennale  oppure al momento della cancellazione  o in caso di  decesso, calcolato con il sistema contributivo (cfr. sistema di calcolo contributivo).